Vallelunga: la salute dei cittadini prima di tutto. Rinnovamento per l’Italia presenta denuncia

vallelunga

A seguito delle sollecitazioni di alcuni cittadini Graziella Vallelunga Paola Presidente del Partito Rinnovamento per l’Italia il 5 Luglio aveva già informato i cittadini di Termini Imerese dalle pagine di FB sui rischi di eventuali contatti con sostanze tossiche nelle acque a causa della rottura del pennello a mare ! La Presidente Vallelunga aveva allertato proprio il 5 Luglio tramite FB i cittadini sui rischi preoccupata del fatto che nessuno dal Comune avesse vietato di fare il bagno in mare in attesa dei risultati delle analisi delle acque o quantomeno preoccupata che nessuno avvertisse la popolazione con un cartello pubblico chiedendo di fare massima attenzione in quanto a causa della rottura si prevedevano acque poco sicure con eventuali rischi connessi…. La Presidente di Rinnovamento per l Italia ha avvertito la popolazione tramite Fb in attesa di capire le mosse del Comune e quale reale pericolosità dei liquami rilasciati in acqua al “Pennello a Mare” vi fosse nelle acque . A quanto pare nessuno da parte del Comune ha vietato di fare il bagno ai cittadini e nessuno allo stesso tempo ha però rassicurato sul fatto che si potesse fare..lasciando quindi la popolazione allo sbando su una questione tanto grave come lo stato di tossicità cui possono entrare a contatto i cittadini facendo il bagno e sulle eventuali conseguenze per la salute….

Preso atto dai comunicati stampa della gravità della situazione che potrebbe arrecare un vero danno alla salute dei cittadini , l’Esecutivo Nazionale di Rinnovamento per l’Italia, riunitosi oggi ha deciso che si procedesse con una denuncia contro ignoti designando il compito ancora una volta al Segretario Generale Francesco Maurizio Mulino il quale ha presentato Denuncia presso il Comando Carabinieri, chiedendo sia provvisoriamente sospesa la possibilità di Balneazione nei pressi del Pennello a Mare o quantomeno fino a soluzione certa e positiva del problema, inoltre che venga avvertita la popolazione tutta di eventuali rischi cui potrebbe andare incontro bagnandosi… Riteniamo sia necessario sapere con certezza se l’inquinamento delle acque è da ritenersi per i cittadini a basso, medio o alto rischio, e questo per l’ambiente e la salute, prima di far bagnare adulti e bambini in quel tratto di acqua bisogna essere certi che nessuno abbia conseguenze di salute future Abbiamo chiesto inoltre alle autorità di accertare eventuali responsabilità anche penali costituendoci qualora fosse necessario Parte civile in favore dei cittadini di Termini Imerese che bagnandosi in quelle acqua possano aver subito malori a causa dei liquami rilasciati in acqua. Pertanto Rinnovamento per l Italia invita tutti i cittadini che ritenessero aver subito conseguenze dal 04 luglio 2014 per essersi bagnati in quel sito e sono stati colti da malore e si sono recati dal medico o in strutture di Pronto Soccorso, di contattarci via e-mail a presidente@rinnovamentoperlitalia.tv . A ogni modo, ribadiamo ai cittadini che nonostante ad oggi non vi sia in quell’’area un cartello che inviti a di sospendere la balneazione (a mio parere incauta scelta del Sindaco) di agire con cautela evitando, almeno per il momento, di bagnarsi in quel sito.
Rinnovamento per l’Italia
L’Esecutivo Nazionale

Commenti

commenti