Mafia, Lombardo sotto inchiesta a Catania.

Dietro la pubblicazione della notizia dell’inchiesta a carico del presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo, indagato per concorso esterno in associazione mafiosa a Catania, c’e’ una matrice politica. Lo ha detto all’ADNKRONOS il procuratore capo di Catania Vincenzo D’Agata, che aggiunge: Oppure e’ stata diffusa per una contrapposizione di natura politica. Purtroppo – spiega ancora D’Agata – i giornali, qualche volta, diventano involontari strumenti nelle mani di qualcuno. Certo, capisco che il giornalista fa il suo mestiere ma noi dobbiamo fare il nostro.

Non conferma e non smentisce la notizia dell’indagine a carico di Lombardo e del fratello Angelo, preferisco mantenere il massimo riserbo, pero’ tiene a precisare che la notizia non e’ stata certo diffusa dall’Azione Cattolica, c’e’ chi ha interesse a creare uno stato di tensione sul mondo politico, vera o falsa che sia la notizia….

Intanto la Procura di Catania aprirà un’inchiesta per la fuga di notizie sull’indagine aperta a carico del governatore della Regione e del fratello, deputato nazionale Mpa. Il fascicolo dovrebbe essere trasmesso alla Procura di Messina per competenza, in quanto coinvolgerebbe magistrati.

Di certo non sono e non siamo garantisti a giorni alterni. Siamo stati garantisti ieri e lo saremo oggi e domani, ha detto il ministro della Giustizia Angelino Alfano contattato telefonicamente dall’ADNKRONOS dopo la notizia dell’inchiesta di mafia sul Governatore siciliano. Sulla richiesta di dimissioni, che avrebbe fatto il capogruppo al Pdl all’Assemblea regionale siciliana, Innocenzo Leontini nei confronti di Lombardo, Alfano taglia corto: Non ho letto le dichiarazioni di Leontini, ma se ha dichiarato questo non condivido neanche una parola e se lo ha fatto, lo ha fatto a titolo del tutto personale.

Poi conclude: La linea del partito e’ stata e rimane garantista. I dissensi politici con Lombardo sono un’altra cosa, peraltro gia’ molto nota. Sull’indagine per concorso esterno in associazione mafiosa, invece, dice: Non commento un’inchiesta della quale vengo a conoscenza da un giornale che, peraltro, e’ Repubblica.

Commenti

commenti