Caso Tributi Italia: escussione polizze fidejussorie.

A seguito delle note vicende relative al Concessionario per la riscossione Tributi Italia S.p.A. che, contravvenendo alle previsioni contrattuali, ha omesso il riversamento nelle casse comunali di ingenti somme già incassate daicontribuenti/utenti per Tosap, Pubblicità, Affissioni, servizio idrico esanzioni C.d.S., l’Amministrazione Comunale di Termini Imerese ha deciso diattivare l’escussione delle polizze fidejussorie. Gli Uffici, come previsto nei contratti assicurativi sottoscritti a beneficiodel Comune, hanno notificato alla compagnia assicurativa, nei primi giorni digennaio, richiesta di pagamento degli importi assicurati. Con nota pervenuta indata odierna, la Società Italiana Assicurazioni S.p.A. ha provveduto adordinare il pagamento, in favore del Comune, della somma di € 352.309,48.A tale proposito, il Sindaco, Salvatore Burrafato, ha dichiarato: Vorrei,innanzitutto, esternare il compiacimento di questa Amministrazione neiconfronti dell’Ufficio Economico Finanziario che, con l’esito favorevole dellaescussione delle polizze, ha certamente tamponato il problema legato ai mancatiriversamenti da parte dell’agente per la Riscossione, Tributi Italia S.p.A.. Ciò a conferma che la problematica non è stata mai sottovalutata ma, al contrario, è sempre stata oggetto di costante monitoraggio, denunce e attività mirate a garantire le casse dell’Ente. E’ chiaro che, alla luce della esperienza negativa venutasi a creare nonostante la società di riscossione fosse iscritta all’Albo Ministeriale degli Agenti per la riscossione (condizione che avrebbe dovuto garantire non solo Termini Imerese ma anche le centinaia di Comuni affidatisi a Tributi Italia), l’Amministrazione sta attentamente valutando le alternative percorribili per una gestione efficiente ed efficace del servizio di riscossione delle entrate.

Commenti

commenti