Altra frana in contrada Balata. Famiglia sempre più isolata.

Si aggrava la situazione di contrada Balata dove alcune settimane fa si era creata una frana che aveva isolato l’unica famiglia residente nella zona vicino lo smottamento. La stessa che è tornata ad essere isolata a seguito dall’aggravamento della frana già esistente e del verificarsi di una nuova frana a soli dieci metri di distanza. La disperazione di Salvatore Pastorello e della sua famiglia aumenta e chiede aiuto al comune. Ma le condizioni per recuperare nel breve tempo la situazione non ci sarebbero.

«Siamo isolati – ha detto il residente -. Si è creata una seconda frana e si è peggiorata quella già esistente. Il terreno si è abbassato di un metro e continua ad abbassarsi. Ho messo dei tavoloni in ferro per passare magari a piedi ma anche così risulta molto pericoloso. Con le macchine, poi, non se ne parla affatto di passare. Anche un palo della luce si è inclinato. Ho chiamato i tecnici Enel che hanno fatto un sopralluogo e detto che, almeno per il momento, non c’è pericolo. La mia paura è, però, che presto resteremo anche senza luce».

La nuova frana si è verificata tra giovedì e venerdì scorsi. I tecnici del comune hanno verificato la situazione e da parte loro la strada non è sarebbe recuperabile in quanto è in corso il fenomeno franoso. «Gli uffici competenti – hanno fatto sapere dal comune – hanno già effettuato più sopralluoghi per monitorare l’evento franoso che, purtroppo, è ancora in corso e pertanto non consente alcun intervento. Sono in corso le valutazione per verificare se sussistono le condizioni per individuare un percorso alternativo in grado di consentire un attraversamento temporaneo». Ma i terreni limitrofi sono tutti di utenti privati. Una situazione grave le cui previsioni non sono delle più rosee.

Commenti

commenti