UDC Termini: sul Consiglio Comunale del 8 luglio 2010

Nel corso della seduta del Consiglio Comunale dell’8 luglio 2010 il consigliere dell’UDC Francesco GIUNTA è intervenuto per illustrare la lettera inviata dalla Quarta Commissione al Sindaco, con la quale, nel sottolineare che la stagione balneare è iniziata da tempo, si sollecita la realizzazione della spiaggia attrezzata.Il Sindaco ha ammesso il ritardo, pur chiamando in causa l’Autorità Portuale di Palermo, che solo recentemente avrebbe dato la concessione alla Cooperativa Orizzonti.La spiaggia attrezzata dovrebbe essere disponibile nei prossimi giorni.Nel corso della stessa seduta del Consiglio Comunale il consigliere dell’UDC Francesco GIUNTA è intervenuto per illustrare la lettera inviata dalla Quarta Commissione, con la quale, si sollecita il Sindaco ad intervenire, in relazione alla chiusura del reparto di oncoematologia dell’Ospedale S. Cimino. Nell’occasione GIUNTA ha sottolineato il gravissimo disagio degli ammalati che sono costretti a recarsi a Cefalù o Palermo.Il Sindaco ha risposto che l’Azienda Sanitaria Provinciale ha fatto presente che i motivi della chiusura sarebbero da riferirsi a carenze riscontrate nel reparto.GIUNTA ha insistito affinchè, al più presto, i problemi vengano superati e possa essere riattivato il servizio a Termini Imerese.Inoltre è stato chiesto al Sindaco se è intenzione dell’Amministrazione comunale di ottemperare alla mozione approvata dal Consiglio, su proposta del gruppo UDC, concernente le tariffe dell’Asilo Nido.In particolare, GIUNTA ha sollecitato l’Amministrazione a ripristinare la gratuità del servizio in favore delle Famiglie più povere.Il Sindaco non ha dato una risposta chiara ed impegnativa in merito.

Nella seduta dell’8 luglio 2010 il Consiglio comunale di Termini Imerese ha approvato, a maggioranza, il Rendiconto 2009.Al riguardo, i Consiglieri del gruppo UDC, Francesco Giunta e Pietro D’Amico, hanno dichiarato:Quanto accaduto ieri in Consiglio è scandaloso. La legge prevede espressamente che i Consiglieri che abbiano un interesse, anche indiretto, debbano astenersi dal partecipare alla discussione ed alla votazione,allontanandosi.Nel rispetto di tale norma, i consiglieri Francesco Giunta (figlio del precedente Sindaco) e Alberto Cilfone (già Assessore) si sono allontanati.Tuttavia, poichè l’assenza del Consigliere Cilfone rischiava di pregiudicare la votazione, facendo mancare il numero legale, detto Consigliere è stato fatto rientrare in aula, confortato da un parere reso dal Segretario Generale, Piraino. Con tale parere si stravolge un indirizzo consolidato nel consiglio comunale di Termini Imerese, peraltro in passato sempre suggerito da chi ha retto la Segreteria Generale.Ciò che colpisce di più è che i leaders di questa maggioranza, asfittica e politicamente pasticciata, sono pronti a far sacrificare gli stessi propri sostenitori sull’altare della loro sopravvivenza politica.Che dire: Cilfone ieri sera si è meritato sul campo la nomina ad Assessore, ma a quale prezzo!

Commenti

commenti