Si è conclusa la campagna AIL nel territorio imerese

ail

Si è conclusa il giorno della Madonna la campagna di raccolta fondi contro le leucemia promossa dall’ AIL (associazione italiana contro le leucemie, linfomi e mieloma), nel territorio dell’imerese, così come è avvenuto in tutte le piazze d’Italia, sono state vendute duemilacinquecento piante delle tradizionali stelle di Natale. “Anche quest’anno ma soprattutto grazie al contributo di numerosi volontari, che ringrazio per il loro prezioso operato” dice Rosario Quattrocchi componente provinciale dell’AIL “siamo riusciti a vendere tutte le stelle di Natale a noi affidate per il territorio dell’imerese. Uno sforzo notevole che servirà a dare il nostro, piccolo ma prezioso, contributo alla ricerca, alla formazione degli operatori e nell’accoglienza dei familiari dei pazienti, che purtroppo devono affrontare una drammatica malattia, che grazie alla ricerca scientifica, oggi può essere curata”.
I paesi dell’imerese coinvolti nella raccolta fondi sono stati, oltre a Termini Imerese: Montemaggiore Belsito, Cerda, Campofelice di Roccella, Ventimiglia di Sicilia, Sciara, Gratteri, Altavilla Milizia, Finale di Pollina, Castelbuono, Aliminusa, Villabate, Travia, Cacciamo e Lascari.
I servizi resi dai volontari sezione Ail di Palermo all’interno dell’ospedale Cervello sono: il centro di accoglienza, ambulatorio di ematologia, day – ospital di ematologia, medicina trasfusionale e reclutamento e formazione dei volontari. Presso le altri sedi i volontari dell’Ail offrono il loro servizio nelle strutture come quella della Casa Ail “La Coccinella” per i pazienti ematologici e familiari fuorisede ma anche nell’assistenza domiciliare gestita dal reparto di Ematologia e finanziata da Ail.
Prossima iniziativa di raccolta fondi è in occasione delle festività di Pasqua dove saranno vendute le tradizionali uova di Pasqua dell’Ail.
Chi vuole diventare volontario dell’Ail può rivolgersi al numero 091.688.31.45, inviando un messaggio via mail a ailpalermo@virgilio.it o recandosi in via Trabucco, 180 a Palermo.
Roberto Tedesco

Commenti

commenti