La Villa Palmeri di nuovo il cuore dell’agosto termitano non è un sogno! Ci vuole un cancello!

villa

Dal 2009 l’associazione Politeia e TeleTermini hanno messo in campo un tentativo di riqualificazione del piano di San Giovanni partendo da Piano Barlaci (cavea dell’anfiteatro romano che da 9 anni vede un aumento esponenziale dei turisti grazie alle installazioni artistiche del maestro Peppe Piscitello nel periodo natalizio e degli ombrelli volanti nel mese di agosto e della manifestazione culturale “notti cladnestine”) con la pulizia costante della cavea e la realizzazione di un passamano (lavori omaggiati da un socio dell’associazione Politeia) al posto della ringhiera di 2 metri di altezza, assolutamente antiestetica e inutile.

Le iniziative messe in campo hanno avuto un grande riscontro favorevole da parte di centinai di cittadini e soprattutto turisti i quali hanno scoperto per caso un luogo meravigliosamente dimenticato della nostra città.

Nel 2018 le due associazioni, a seguito di un confronto aperto con alcuni tecnici comunali e non, hanno scoperto che l’inagibilità della villa Plameri, fino agli anni 90 fulcro dell’agosto termitano e di eventi di rilievo sia culturali che sociali, è dovuta all’assenza di una ulteriore uscita di sicurezza nel pressi della piazzetta ove si svolgevano gli spettacoli.
Le due associazioni hanno duqnue presentato all’ufficio tecnico del comune di Termini Imerese la richiesta di apertura di una uscita di emergenza/sicurezza in quella zona presentando foto e chiedendo l’autorizzazione a poter fare insieme a decine e decine di imprenditori e cittadini comuni i lavori dovuti pur di rendere fruibile alla città e riqualificare una delle meraviglie di Termini Imerese.

L’ufficio tecnico si è preso carico a inizio di quest’anno (2019) l’onere della progettazione e dell’inoltro dello stesso presso i Beni Culturali di Palermo al fine di ottenere il nulla osta, dopo di che sarà onere nostro, dei cittadini e imprenditori termitani, porre in essere questo cancello che restituirà alla città il palcoscenico naturale per rivivere i fasti di un agosto termitano che vogliamo vivo come un tempo.

Commenti

commenti