La nuova giunta Burrafato a un mese dalla proclamazione “senza politici”

burrafato

I prossimi cinque anni per Termini Imerese saranno difficili e complessi. Molte sono state le battaglie di questi anni, alcune vinte altre perse, altre ancora da combattere. La mia rielezione mi gratifica per l’impegno profuso in questi anni, ma mi chiama a nuove e diverse sfide, cosciente che tutto quello che è stato intrapreso vada continuato. Da oggi la prospettive devono essere sempre più la trasparenza amministrativa e l’uscita della nostra Città dall’ isolamento, abbracciando un progetto politico e amministrativo più ampio che crei le condizioni per ridare centralità al nostro territorio sia rispetto al Governo nazionale che a quello regionale. Tra le priorità, ma certamente non l’unica, le vicende legate alla Fiat per cui mi sono sempre battuto, secondo le possibilità concessemi dal mio ruolo di amministratore, e per cui continuerò a battermi. Ma il nostro territorio ha bisogno anche di guardare al proprio futuro con nuove logiche ed investimenti che solo con la massima attenzione e collaborazione inter-istituzionale e politica, potranno trovare reale compimento. Dovrà essere impegno di tutti, permettere che la nostra azione amministrativa trovi riscontro immediato ed interlocuzione sia con il governo regionale che con quello nazionale. La politica, se è sinonimo di bene comune, deve fare la sua parte.
Il primo importante atto che mi compete è quello di nominare la squadra di governo che mi accompagnerà nei prossimi mesi e che sarà chiamata ad un grande impegno. Impegno che insieme alle forze politiche che mi sostengono in Consiglio Comunale, nel rispetto dei rispettivi fondamentali ruoli, sarà soggetta a valutazioni periodiche e costanti, nel rispetto della coerenza con il programma. In questo senso sarà in tempi brevi costituita una “cabina di regia politica” che coopererà con il primo cittadino nel monitoraggio costante dell’avanzamento dell’attuazione del programma elettorale.
Avevo già indicato due competenti tecnici quali Nicola Cascino (Imprenditore. Presidente dell’ASCOM dal 2008. Già componente del Consiglio Generale dell’ASI. Delegato della Camera di Commercio) e Vincenzo Fasone (Docente di Economia Aziendale e Analisi dei Costi presso la Unikore. È presidente del Corso di Laurea in Economia Aziendale e autore di numerose pubblicazioni in tema di management. Commissario straordinario dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Enna in sede di primo turno elettorale).
Nello spirito di dare pieno riscontro anche a chi si è direttamente confrontato con il consenso popolare, e nel ribadire il pieno rispetto per il Consiglio Comunale tutto, organo imprescindibile per un buon governo della città era mio intendimento indicare due Consiglieri comunali quali Carmelo Militello, medico del presidio ospedaliero S Cimino, eletto nella lista civica “Termini Insieme”, il più votato della coalizione e Nives Fiorani eletta nella lista di “Futura Termini” dipendente della Procura della Repubblica di Termini Imerese. Oggi per dare un senso alle parole ed agli intendimenti, che troppo spesso in politica restano tali, visti gli accertamenti giudiziari a tutto campo che stanno accompagnando il dibattito post elettorale, ma che non coinvolgono in nessun caso gli assessori originariamente prescelti, ho concordato con le forze politiche e, primi fra tutti, con Militello e la Fiorani di dare un segnale forte di trasparenza e di rispetto sia per le istituzioni sia per l’intero Consiglio Comunale rinviando il loro ingresso in Giunta Municipale fino a che non sarà fatta piena chiarezza sulle vicende di cui si stanno investigando, opportunamente, gli organismi preposti. Il mio appello non è restato inascoltato tant’è che sia Militello che la Fiorani hanno dato prontamente la loro piena disponibilità ad attendere, conclamando in maniera netta ed inequivocabile quel generale senso di eticità che li ha sempre contraddistinti nella propria vita. A loro va il mio pieno ringraziamento.
Oggi al loro posto ho chiesto la disponibilità per un importante impegno tecnico a: Mario Incudine e Donatella Battaglia.
Mario Incudine, Cantante, attore, ricercatore, musicista e autore di colonne sonore. E’uno dei personaggi più rappresentativi della nuova world music italiana.
Donatella Battaglia. Classe ’83. Laureata in Scienze storiche, presso l’Università degli Studi di Palermo, e specializzata in Storia moderna, presso la Sapienza di Roma. Tornata nella sua Sicilia dopo il proficuo periodo romano in cui ha lavorato nel campo editoriale ed è stata archivista presso la Congregatio pro Doctrina Fidei di Città del Vaticano oggi è ricercatrice universitaria e praticante giornalista. Attiva sul territorio, ha di recente lavorato alla fondazione della Casa Museo Filippo Sgarlata come archivista e allestitrice.
All’atto della nomina il Sindaco, Totò Burrafato ha proceduto ad assegnare contemporaneamente anche le deleghe assessoriali.
Nicola Cascino
Vice-Sindaco e Assessore alle attività produttive, allo sviluppo, allo sport, all’ambiente e vivibilità e alla salute pubblica
Vincenzo Fasone
Assessore all’economia, alle risorse umane e al libero consorzio
Mario Incudine
Assessore ai beni e alle politiche artistico-culturali e alla promozione culturale
Donatella Battaglia
Assessore alle politiche educative, alle giovani generazioni, alla comunicazione, innovazione e partecipazione
Con questa giunta municipale – ha concluso il primo cittadino di Termini Imerese – abbiamo voluto mantenere ben separato l’esecutivo municipale dall’assemblea dei consiglieri comunali anche nel rispetto del sistema elettorale che ben distingue l’elezione del primo cittadino da quella del consiglio comunale.

Commenti

commenti