CECCHETTI (MpA): si rivedano le bollette idriche di Termini Alta

L’A.P.S., S.p.a., che gestisce l’acquedotto cittadino, ha di recente inviato a tutti gli utenti termitani, le bollette idriche, relative al secondo semestre 2009 e primo quadrimestre 2010.

Da alcune bollette idriche, che riguardano i quartieri di Bevuto, Rocca Rossa, Mazziere-Veca e comunque tutti quelli appartenenti al tessuto urbano di Termini Alta, si è rilevato che la predetta Società, ha applicato la tariffazione relativa al canone di depurazione.

E’ oppurtuno considerare che i quartieri di Termini Alta, recapitano attualmente i reflui in una fognatura dinamica, che scarica a valle del fiume San Leonardo e non collegata alla condotta di depurazione.

Vi è anche una sentenza della Corte Costituzionale n. 335 dell’8/10/2008 che ha dichiarato incostituzionale il comma 1° dell’art. 14 della legge n. 36 del 5 gennaio 1994 (Disposizioni in materia di risorse idriche); l’articolo è il n. 14, comma 1°, con cui si è previsto il pagamento della quota relativa alla depurazione delle acque reflue. L’incostituzionalità riguarda la parte in cui si prevede la quota di tariffa al servizio di depurazione la quale è dovuta dagli utenti anche nel momento cui la fognatura sia sprovvista di impianti centralizzati di depurazione o questi siano temporaneamente inattivi.

Tale tarriffa potrà essere corrisposta dopo che verranno canalizzati i reflui nel nuovo collettore pertanto non ancora ultimato e funzionante.

Sono certo che l’Amministrazione comunale si attiverà urgentemente e prima della scadenza del periodo temporale del 29.07.2010, termine entro il quale i cittadini sono tenuti a pagare le bollette idriche, al fine di chiedere e pretendere che la Società A.P.S., rivisiti le predette bollette e invii di conseguenza i nuovi importi da corrispondere in virtù della citata sentenza n. 335/2008.

Si rappresenta altresì che la questione riveste carattere sociale, in quanto, tra i contribuenti vi sono molti anziani, il cui sostentamento economico è assicurato dallo Stato sotto forma di pensione,famiglie monoreddito e disoccupati.

Paolo Cecchetti Consigliere comunale Gruppo MPA

Commenti

commenti