Vertenza Blutec. Intervento di Franco Piro responsabile dipartimento economia del Pd Sicilia

piro

La proposta del ministro Giorgetti di una proroga al 15 giugno dell’avviso per la presentazione di offerte per la Blutec ex Fiat, può essere utile ma solo a condizione che essa sia finalizzata ad una soluzione definitiva della vertenza.

Dobbiamo sottolineare, tuttavia, che la proposta nasce dall’ennesimo fallimento di uno dei tanti tentativi che da dieci anni si sono susseguiti senza costrutto.
Ribadiamo che la vertenza Blutec è la vertenza di tutto il territorio e che essa deve essere compresa in un grande progetto di rigenerazione di tutta l’area industriale ed il sistema produttivo del comprensorio, oggi radicalmente in crisi.

In questi anni, tuttavia, né il governo nazionale, né quello regionale hanno detto nulla sulla piattaforma intermodale rimasta allo stadio di progetto, nulla sull’incubatore di imprese che Invitalia tiene chiuso, nulla sulla mancanza della banda ultra larga nell’area, nulla sulla riqualificazione in chiave di economia circolare di aziende come la Ciprogest.

Occorre sottolineare, dunque, che le chiavi per lo sviluppo sono oggi la digitalizzazione, la logistica a valore, l’economia verde, le start-up innovative, il sistema di Ricerca & Sviluppo. In questa direzione vanno anche le scelte operate dal Piano nazionale di ripresa e resilienza.

Per questo torniamo a insistere sulla necessità che ci sia, dentro un chiaro programma di sviluppo, un forte investimento pubblico nell’area innanzitutto per la creazione di un grande centro di ricerca e di alta tecnologia (idrogeno o mobilità sostenibile) che può fare da attrattore e da spin off per la nascita di molte aziende e di tanto lavoro anche qualificato.

Commenti

commenti