Terranova (M5S): quali le motivazioni del mancato invio della scheda per il finanziamento dei centri estivi 2020 e contrasto alla povertà educativa

maria-terranova

INTERROGAZIONE CONSILIARE
Oggetto: Decreto Legge 34/2020 Art.105 – Finanziamento dei centri estivi 2020 e contrasto alla povertà educativa.
PREMESSO CHE
Il D.L. 34/2020, al Titolo IV “Disposizioni per la disabilità e la famiglia”, art. 105 stabilisce che “Al fine di sostenere le famiglie, per l’anno 2020, a valere sul Fondo per le politiche della famiglia, di cui all’articolo 19, comma 1, del decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito con modificazioni dalla legge 4 agosto 2006, n. 248, una quota di risorse è destinata ai comuni, per finanziare iniziative, anche in collaborazione con enti pubblici e privati, volte a introdurre:
a) interventi per il potenziamento dei centri estivi diurni, dei servizi socioeducativi territoriali e dei centri con funzione educativa e ricreativa destinati alle attività di bambini e bambine di età compresa fra i 3 e i 14 anni, per i mesi da giugno a settembre 2020;
b) progetti volti a contrastare la povertà educativa e ad implementare le opportunità culturali e educative dei minori.

2. Il Ministro con delega per le politiche familiari, stabilisce i criteri per il riparto della quota di risorse di cui al comma 1 e ripartisce gli stanziamenti per le finalità di cui alle lettere a) e, nella misura del 10 per cento delle risorse, per la finalità di cui alla lettera b), previa intesa in sede di conferenza unificata, ai sensi dell’articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281.

3. Per le finalità di cui al comma 1, il fondo di cui al comma 1 medesimo è incrementato di 150 milioni di euro per l’anno 2020. Al relativo onere, pari a 150 milioni di euro per l’anno 2020, si provvede ai sensi dell’articolo 265”.

La Conferenza unificata ha dato il via libera alla ripartizione di 150 milioni di euro del Fondo per le Politiche della famiglia, previsti nel DL Rilancio e assegnati direttamente ai Comuni: 135 milioni destinati a 6.147 Comuni per il potenziamento dei centri estivi rivolti ai bambini di età 3/14 anni; i restanti 15 milioni assegnati, tramite, bando per progetti di contrasto alla povertà educativa.
In data 10 giugno è pervenuta nota dell’Assessorato della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro – Dipartimento Regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali – Servizio 8 — Politiche della Famiglia e Giovanili, avente ad oggetto: “Decreto Legge 34/2020 art.105 — Finanziamento dei centri estivi 2020 e contrasto alla povertà educativa — Richiesta urgente dati’ con la quale si inoltrava la scheda di rilevazione e si invitavano i Comuni a trasmettere la stessa, debitamente compilata, entro e non oltre il 10 giugno u.s.;
Termini Imerese non risulta nell’elenco provvisorio pubblicato;
Dal suddetto elenco risulta, invece, che ben 305 Comuni siciliani su 390, sono beneficiari del finanziamento;

Tutto ciò premesso

SI INTERROGA IL COMMISSARIO STRAORDINARIO

Al fine di conoscere le motivazioni del mancato invio, entro il termine del 10 giugno u.s. , della scheda di rilevazione debitamente compilata in attuazione dell’art.105 comma 1 lett a).

Termini Imerese, 23/06/2020
Il Consigliere comunale
Maria Terranova

Commenti

commenti