Taravella (PpT): mozione trasversale sulla riduzione delle indennita’ di carica di assessori e presidente del consiglio

fototara

Comunicato Stampa
E’ stata protocollata una mozione per chiedere al consiglio comunale di votare la riduzione del 50% delle indennita’ di carica di assessori e presidente del consiglio, i firmatari della suddetta mozione sono i consiglieri: TARAVELLA, GATTO, MICCICHE’, MERLINO, CORSO, MILITELLO, LONGO, i quali hanno condiviso la meritoria iniziativa, mentre altri consiglieri pur non firmando la mozione si sono detti disponibili a votarla in consiglio comunale, cosi come penso anche i consiglieri pentastellati, notoriamente contro i privilegi della casta, faranno altrettanto. Successivamente alla conferenza dei capigruppo anche la consigliera VIRZI’ ha sottoscritto la mozione.L’iniziativa serve per dare un segnale di solidarietà alle famiglie che in atto hanno gravi difficoltà ad arrivare a fine mese e far capire che la politica è la prima a dare l’esempio. Ricordo che l’indennità di carica agli amministratori e presidente del consiglio è stabilita per legge e solo i diretti interessati possono, con una dichiarazione scritta agli uffici preposti, rinunciare a tutta o ad una parte dell’indennità, ad oggi non ci risulta agli atti nessuna formale rinuncia da parte di assessori e presidente del consiglio, per cui gli uffici sarebbero costretti a liquidare le suddette indennità, che già sono per legge decurtate del 30% nel 2014 in seguito allo sforamento del patto di stabilità. Inoltre con il denaro risparmiato abbiamo chiesto che venga istituito un fondo di riserva da elargire alle famiglie termitane che si trovano in gravi difficoltà’ economiche, questo fondo deve essere controllato da una personalità di alto profilo morale, esterna al consiglio comunale e all’amministrazione, che deve verificare se le famiglie che ne fanno richiesta abbiano le caratteristiche socio-economiche adeguate. Sono sicuro che la sensibilità di assessori, presidente del consiglio e consiglieri comunali tutti, darà vita ad un atto civico e ad un grande segnale di solidarietà ed equità sociale, votando all’unanimità la mozione, questo atto vuole essere un forte segnale per tutte quelle famiglie esasperate dalla condizione economica in cui versano e che vedono la politica noncurante e distante da dalle loro problematiche.
Cordiali Saluti il consigliere comunale Vincenzo Taravella

Commenti

commenti