Nello Musumeci a Giuseppe Conte, definire intesa Stato-Regione in materia finanziaria

Maggiori controlli delle Forze dell’ordine nei centri abitati e definizione dell’intesa Stato-Regione in materia finanziaria. Li ha chiesti il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, nel corso di una video-conferenza con il premier Giuseppe Conte e gli altri governatori.

Musumeci – in collegamento da Palazzo Orleans insieme con gli assessori all’Economia e alla Salute, Gaetano Armao e Ruggero Razza – ha sottolineato al presidente del Consiglio la necessità di un confronto preventivo con il ministro dell’#Economia “per poter definire la legge di Bilancio regionale, adottando, in questo particolare momento, alcune misure di carattere economico essenziali “.
Conte ha assicurato il suo intervento sui ministri Gualtieri e Lamorgese.

Ieri il presidente Musumeci aveva detto provando a “forzare la mano”. E in piena emergenza Covid-19, col picco atteso nell’isola tra il 10 e il 20 aprile, il governatore della Sicilia invoca i poteri speciali per avvalersi della polizia di stato e dell’esercito sulla base di quanto prevede lo Statuto speciale. Si tratta dell’art.31 della carta statutaria, antecedente alla Costituzione, ma mai applicato da quando fu approvato lo Statuto: era il 15 maggio del 1946.
Musumeci puntualizza la sua posizione cercando di spegnere sul nascere le polemiche: «Dopo 74 anni vogliamo solo fare chiarezza su un articolo del nostro Statuto e quindi di rango costituzionale, mai applicato perché privo delle norme di attuazione. Stiamo solo chiedendo formalmente allo Stato di dirci cosa pensa di farne. I siciliani se lo sono chiesti in questi giorni ed è giusto che sul tema si tolga finalmente ogni dubbio. Tutto qua».

#Sicilia #Italia #Coronavirus #CoronavirusSicilia #CoronavirusItalia #Covid19 #Covid19Italia

Commenti

commenti