M5S: votata all’unanimità la Mozione NoECOX

Comunicato Stampa

Durante il consiglio comunale del 20 febbraio u.s è stata votata all’unanimità la Mozione del Movimento 5 stelle che impegna il Commissario straordinario Girolamo Di Fazio ad adire le vie legali per impugnare il decreto A. I. A del primo febbraio c.m. che autorizza l’istallazione della piattaforma Ecox s.r.l nella fase due della zona industriale. La piattaforma, che in una prima fase progettuale doveva produrre biogas con produzione di css (combustibile solido secondario), a seguito di variazioni del progetto, ad oggi dovrebbe produrre compost da Forsu e scarti vegetali per circa 50.000 tonnellate annue . A seguito della votazione il Portavoce in Consiglio Comunale Manuela Sinatra dichiara “Mi sento di dire comunque, che non è una vittoria solo del Movimento ma una vittoria di un’intera comunità, dei cittadini che ormai hanno ben chiaro quale futuro potrebbe profilarsi nel loro territorio se piattaforme che trattano rifiuti, seppur nel modo meno impattante possibile, si inserissero nella ex zona industriale di Termini Imerese, rischiando di dare il via ad una trasformazione definitiva di quell’area che potrebbe quindi divenire la “pattumiera” dell’intera provincia di Palermo e non solo. Già in passato per scelte politiche errate e poco lungimiranti questa città ha preso direzioni che ne hanno negato negli anni la sua reale identità. In Consiglio Comunale è stata gettata un’ulteriore base affinché il termitano si riappropri del destino di questa città in modo consapevole e costruttivo”. Il Capogruppo del Movimento Luca Salemi aggiunge: ”È ormai palese che sia Crocetta che la gente che lo circonda non abbiano per nulla chiaro cosa voglia dire dotare la Regione Siciliana di un Piano Rifiuti degno di questo nome. Questa gente è espressione di massima incompetenza al governo regionale, che, per fortuna dei Siciliani, sta volgendo al termine. Crocetta e Lumia vengano a spiegare ai Termitani se il loro solito “nuovo” movimento politico ha intenzione di umiliare il nostro territorio e la salute dei nostri cittadini. Per ricordare al Presidente la volontà espressa dalla nostra comunità e dal Consiglio Comunale saremo, insieme ai cittadini e senza bandiere di partito, sotto la sede dell’Assemblea Regionale, in data che verrà concordata con gli altri movimenti civici, associazioni e comitati di tutela dell’ambiente.”

Commenti

commenti