La Regione proroga al 2020 i precari – Di Caro (M5S): adesso Comuni facciano la loro parte

precari

I precari comunali non ancora stabilizzati possono tirare un sospiro di sollievo: è stata, infatti, approvata la proroga dei loro contratti fino al 31 dicembre 2020, come concordato con il Governo nazionale. A renderlo noto è l’assessore alle Autonomie locali, Bernardette Grasso.

I tanti precari, inclusi quelli degli enti con piano di riequilibrio o in stato di pre dissesto o dissesto finanziario, in assenza di stabilizzazione, avrebbero infatti perso il posto di lavoro alla fine di quest’anno. Questa possibilità è stata scongiurata.

“Ringrazio il Parlamento siciliano e tutte le forze politiche per aver accolto questa importante proposta, che ci permette di ridare serenità a centinaia di lavoratori. Continueremo a lavorare senza sosta con il Governo nazionale, per trovare una soluzione normativa che possa portare alla definitiva chiusura del processo di stabilizzazione”, commenta Grasso.

“In merito alla stabilizzazione dei lavoratori con contratto a tempo determinato nei comuni in dissesto finanziario, abbiamo ottenuto una proroga fino la 31 dicembre 2020. Abbiamo cioè dato un po’ di tranquillità ai lavoratori ma è fondamentale che i comuni non perdano tempo prezioso. I comuni facciano la loro parte”. A dichiararlo è il deputato regionale del Movimento 5 Stelle all’Ars Giovanni Di Caro a proposito del via libera dalla prima Commissione Ars alla proroga della scadenza dei termini per la stabilizzazione dei precari degli Enti Locali. “Già diversi mesi addietro – aggiunge Di Caro – ho sottoscritto un disegno di legge per la stabilizzazione dei precari all’interno dei comuni in dissesto finanziario. Alcuni dei comuni interessati però risultano essere in forte ritardo, con gli adempimenti necessari alla stabilizzazione dei lavoratori in pianta organica con contratto a tempo determinato. Basti pensare, che ci sono comuni che non hanno ancora trasmesso alla Commissione per la stabilità finanziaria degli enti locali, presso il Ministero dell’Interno, tutti i bilanci stabilmente riequilibrati per gli anni pregressi. Avremmo rischiato quindi di produrre una norma poco utile per alcune amministrazioni comunali inadempienti. Grazie alle interlocuzioni col Governo nazionale e con l’Assessorato regionale agli Enti Locali, si è stabilito che a tutela dei lavoratori, sarà disposta una proroga sino al 31 dicembre 2020” – conclude il deputato M5S.

Commenti

commenti