La F1 è pronta a ripartire

f1

Si è da poco conclusa la stagione 2020 di F1 ma i tifosi non vedono l’ora che inizi il nuovo campionato. Tutte le scuderie sono al lavoro per far sì che il campionato inizi tra i migliori presupposti e nell’attesa dei consueti test di Barcellona la macchina da battere sarà ancora una volta la Mercedes. Le Frecce d’Argento, reduci dalla vittoria di sette titoli mondiali consecutivi, vogliono entrare ancor di più nella storia di questo sport e la sensazione è che almeno per quest’anno le dirette rivali abbiano poche chance.

Hamilton rinnova, finalmente
Manca poco più di mese all’inizio del campionato, ma in casa Mercedes non si sa ancora per quanto tempo Lewis Hamilton siederà a bordo della monoposto della casa di Stoccarda. Le notizie trapelate nelle ultime settimane lasciano immaginare che si stiano ancora limando i dettagli per un rinnovo lungo ma, di fatto, a oggi si sa solo che Hamilton sarà ancora un pilota Mercedes per il solo 2021. Notizia non di poco conto se si considerano le abitudini di uno sport che fa della programmazione e della cura dei dettagli uno dei suoi marchi di fabbrica. Le ultime indiscrezioni, come detto, parlano di un prolungamento di contratto di un solo anno e la sensazione è che se il britannico dovesse riuscire a superare il record di Michael Schumacher arrivando così a quota otto titoli mondiali vinti, davvero questa potrebbe essere la sua ultima stagione in F1. Certo, sia i suoi tifosi che i suoi detrattori avrebbero voluto vedere già a partire da quest’anno un duello interno con il terribile giovane George Russell, ma sono in molti a pensare che finché Bottas si limiterà a fare il gregario difficilmente verrà sostituito da un pilota più forte e promettente. La storia della F1 è fatta di campioni affiancati da gregari e la coppia formata da Hamilton e Bottas ricalca alla perfezione questo modello pensato proprio per limitare al massimo i dissidi interni e per far sì che il pilota di punta, di fatto, competa solo con i rivali delle scuderie nemiche. La Mercedes resta quindi la squadra da battere e al 24 di febbraio, secondo le scommesse sportive di Betway, a quota 1,20, le Frecce d’Argento sono nuovamente le favorite indiscusse per la vittoria di quello che sarebbe l’ottavo titolo costruttori consecutivo.

Leclerc e Sainz vogliono far sognare i fan del cavallino
Per gli appassionati di motori e per i tifosi della Ferrari, quella che si è da poco conclusa è stata di gran lunga la peggior stagione dell’era recente del Cavallino. Il campionato, iniziato male e finito peggio, ha visto la sofferenza continua delle Rosse che non sono mai riuscite a lottare per una posizione di vertice e alla fine hanno chiuso il campionato a centro classifica. La colpa ovviamente non è addebitabile ai piloti che, nonostante qualche errore, hanno comunque sempre fatto il proprio dovere, ma è imputabile solo ed esclusivamente alla macchina che era tutto fuorché veloce e competitiva. Sulle prestazioni delle monoposto del Cavallino ha pesato l’accordo riservato con la FIA che di fatto ha privato la Ferrari delle Power Unit utilizzate nei due anni precedenti che, a quanto pare, non erano legali. La perdita di cavalli del motore ha causato degli scompensi a catena in tutte le altre aree di sviluppo, facendo sì che le Rosse fossero molto più lente di Mercedes e Red Bull, ma anche di McLaren e Renault. In vista della prossima stagione, che comunque dovrebbe essere interlocutoria in virtù del cambio regolamentare in programma nel 2022, i tifosi del cavallino sperano che quanto meno questa volta la Ferrari possa competere realmente per conquistare una pole o una vittoria, mentre il trionfo nel campionato sembra essere un miraggio nonostante Leclerc e Sainz siano tra i piloti più veloci in griglia.
La stagione 2021 sta finalmente per iniziare e da appassionati di questo magnifico sport non possiamo fare altro che metterci comodi e goderci lo spettacolo che i migliori piloti al mondo si accingono a mettere in scena. La Mercedes resta la squadra da battere, ma la speranza dei tifosi delle Rosse è che quanto meno quest’anno le Ferrari possano accorciare il gap dalle Frecce d’Argento.

Commenti

commenti