Il Presidente Miccichè pubblica lettera di ringraziamento ma i firmatari negano di averla scritta

micciche

Ieri alla notizia della liberazione dei pescatori di Mazara ha suscitato le reazioni del mondo politico: Dopo circa tre mesi dunque è arrivato il giorno della liberazione per i 18 pescatori di Mazara del Vallo sequestrati in Libia.

«I nostri pescatori sono liberi. Fra poche ore potranno riabbracciare le proprie famiglie e i propri cari. Grazie all’Aise (la nostra intelligence esterna) e a tutto il corpo diplomatico che hanno lavorato per riportarli a casa. Un abbraccio a tutta la comunità di Mazara del Vallo. Il Governo continua a sostenere con fermezza il processo di stabilizzazione della Libia. È ciò che io e il presidente Giuseppe Conte abbiamo ribadito oggi stesso ad Haftar, durante il nostro colloquio a Bengasi», ha scritto su Fb Di Maio che il 17 dicembre è volato insieme al premier Conte in Libia.

Il presidente della Repubblica ha appreso con grande soddisfazione dal presidente del Consiglio la notizia della liberazione dei nostri pescatori trattenuti in Libia ed esprime apprezzamento nei confronti del Ministero degli Esteri e dei nostri Servizi di informazione e sicurezza per l’impegno profuso per conseguire questo esito positivo.

Ma in sicilia la polemica si fa rovente con uno scontro che coinvolge il Presidente dell’ARS Miccichè e i pentastellati Cancelleri e Sunseri.
Nei confronti delle famiglie provo un’infinità felicità, ma provo al contempo una grandissima tristezza nel vedere cosa stanno facendo questi due personaggi, Conte e Di Maio, che non c’entrano niente con la liberazione. Che Di Maio fosse una barzelletta lo sapevamo, non avevamo dubbi, non immaginavo Conte. Loro con questa liberazione non c’entrano niente“.
A dirlo il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè, ai microfoni dell’agenzia Italpress.
Un giorno si saprà la verità“, aggiunge Miccichè, che ironicamente aggiunge: “Sarebbe stato un atto di coraggio se Di Maio si fosse consegnato lui, poteva rappresentare un segno positivo di questo viaggio. Questa passerella – ribadisce – è però quanto di più ridicolo e imbarazzante possa esserci“.
Loro – assicura infine Miccichè – sono stati avvertiti dopo tanti altri, io lo sapevo prima di loro. Per questa passerella non so se vomitare o ridere…“.
Il presidente Miccichè inoltre pubblica una lettera che lui dichiara provenire dal comitato dei pescatori di Mazara:
miccich

L’on. Sunseri fa una rivelazione imbarazzante nei confronti del Presidente Miccichè:
Signore e Signori, il Presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana, prima insulta Conte e Di Maio che hanno fatto liberare i pescatori di Mazara del Vallo poi diffonde un comunicato stampa firmato dalle famiglie dei pescatori liberati. Nel comunicato stampa si leggono i ringraziamenti a Berlusconi e a Micciché per l’operazione diplomatica. Peccato che le famiglie hanno smentito categoricamente lo stesso comunicato.
micciche-smentito

L’on. Cancelleri replica alle affermazioni del Presidente Miccichè:
Le dichiarazioni di Micciché, presidente dell’Ars, sono vergognose e mettono in imbarazzo i siciliani e il Governo che in queste ore è ancora in Libia per concludere l’operazione che ha portato a casa i nostri pescatori, chiedere scusa mi sembra il minimo perché certe frasi non sono giustificabili nemmeno se ironiche. Vergogna“.

Commenti

commenti