Il 20 febbraio sarà celebrata la Prima Giornata Nazionale degli operatori sanitari, sociosanitari, socioassistenziali e del volontariato.

ae0bdd1a-37de-49d7-bb00-24eee7ad80df

Il 20 febbraio, è il giorno in cui la dott.ssa Annalisa Malara, Anestesista dell’Ospedale di Codogno, ha scoperto che Mattia, il 38enne identificato come “paziente Uno”, era stato contagiato dal Coronavirus.

Lo scopo è quello di ringraziare tutti gli operatori sanitari che si sono spesi e, purtroppo, continuano a spendersi nella lotta al coronavirus, alcuni giungendo a sacrificare la propria vita.
Anche l’Ospedale di Termini Imerese è in prima linea in questa missione: dall’11 novembre del 2020 infatti sono stati attivati 54 posti letto per i pazienti affetti da COVID 19.

Alle ore 10.30 il cappellano Fra Graziano Bruno celebrerà la SS. Messa nella cappella “Santa Elisabetta d’Ungheria” dell’Ospedale S. Cimino di Termini Imerese, nel rispetto delle misure di prevenzione del COVID19.
Si pregherà anche per Roberta Siragusa, figlia una dipendente dell’ospedale, prematuramente scomparsa.

ae0bdd1a-37de-49d7-bb00-24eee7ad80df

Commenti

commenti