Fase 3: Micciche’ incontra delegazione Anec titolari cinema

1

Tra i tanti settori piu’ colpiti dal Covid-19 vi sono i cinema e i teatri che, tranne pochissime eccsioni, non hanno ripreso l’attivita’. Una delegazione siciliana dell’Anec (Associazione nazionale esercenti cinema) e’ stata ricevuta oggi a Palazzo Reale dal presidente dell’Ars, Gianfranco Micciche’. La delegazione era guidata dal presidente provinciale Andrea Peria, assieme al presidente regionale Paolo Signorelli e a una rappresentanza di responsabili dell’associazione ed esercenti. “Ancora – dice Micciche’ – i cinema non hanno ripreso l’attivita’ a causa di alcune norme anti Covid, che dovrebbero essere riviste, oltre che per le grandi difficolta’ economiche che la chiusura degli ultimi mesi ha provocato. Verificheremo quali strumenti possono essere messi in campo, affinche’ anche questo importantissimo settore possa riprendere l’attivita’”. “Al presidente Micciche’ – ha spiegato Andrea Peria – abbiamo chiesto tre cose: lo sblocco del bando previsto dall’assessorato regionale al Turismo che prevede l’indennizzo alle sale cinematografiche per il mancato sbigliettamento; di aiutarci per potere utilizzare il “Tax Credit”, una somma annuale che i gestori dei cinema vantano dal Mibac, quindi dallo Stato, scontandolo attraverso istituti di credito. Risorse per noi utilissime per potere ripartire e riaprire le sale; necessaria, infine, la modifica di alcuni punti della circolare della Protezione civile regionale che contiene misure troppo restrittive anti Covid, come l’uso delle mascherine nelle arene o l’autocertificazione al botteghino per i congiunti o conviventi. Siamo chiusi dall’8 marzo e, continuando cosi’, c’e’ il rischio di non potere riaprire a settembre”. (ANSA). TE-COM 24-GIU-20

Commenti

commenti