Domattina 22 giugno lo start dell’edizione 2019 della rievocazione storica della Targa Florio motociclistica

tfmoto

Tutto pronto per lo start dell’edizione 2019 della rievocazione storica della Targa Florio motociclistica: il 19 giugno a Villa Niscemi si è svolta la conferenza di presentazione oggi 21 giugno a Floriopoli è cominciata l’accoglienza dei partecipanti.

Quest’anno la manifestazione motoristica siciliana, legata al nome di Vincenzo Florio che l’aveva ideata negli anni Venti del secolo scorso, ha la novità dell’inserimento nel calendario nazionale della Fmi, la federazione motociclistica italiana con numeri e qualità importanti. Sono attese circa 200 moto di primo piano del panorama storico mondiale con chiusura delle iscrizioni prevista per oggi alle ore 20.

A fare gli onori di casa il sindaco Leoluca Orlando che ha accolto con entusiasmo l’evento in programma nel fine settimana. «Raccogliamo – ha detto il primo cittadino dei palermitani – con grande soddisfazione i frutti del seme dell’azione di Vincenzo Florio legando ancora una volta la città di Palermo, dove Florio viveva, con le Madonie, territorio dove svolse le sue importanti imprese motoristiche».

Il programma della manifestazione prevede, oggi venerdì 21 giugno, le verifiche tecniche e sportive delle moto partecipanti che domani sabato 22 giugno si cimenteranno lungo il percorso di circa 84 chilometri con partenza alle ore 10 da Floriopoli verso Cerda, Caltavu-turo, Polizzi Generosa, Collesano, Campofelice di Roccella e arrivo, previsto intorno alle 15, nelle zona delle Tribune, con un dislivello di 1515 metri e una pendenza media del 6,4%. Molti tratti del circuito saranno a tempo. La Targa Florio motociclistica 2019 è valida come prova agonistica di regolarità. Sono ammessi alla partecipazione moto che saranno raggruppati in tre classi. Dalla categoria 1 «Vintage» con le più vecchie, quelle costruite fino al 1955, poi la «Classic» per le moto costruite
tra il 19 56 ed il 1975, ed infine la «Post Classic» con le più giovani, quelle che hanno visto la luce tra il 1976 ed il 1999. Nella giornata domenicale si concluderà con il trasferimento da Floriopoli a Palermo e la passerella all’interno della Favorita.

«Una manifestazione dal grande valore storico – ha detto il presidente di Aci Palermo Angelo Pizzuto – che quest’anno avrà un tocco agonistico con la sinergia della Federinolo e di tanti sponsor che ci hanno affiancato. Abbiamo un progetto che porterà nel prossimo triennio alla partecipazione di tanti equipaggi provenienti dall’Italia e del mondo. Una grande vetrina perle Madonie e per lacittà di Palermo con il parco della Favorita ancora protagonista».

tfmoto

Commenti

commenti