Disagi per i pendolari in treno tra giugno e settembre: tre tratti interrotti e chiusi per un mese, nella linea Messina anche per sessanta giorni

treni

Tre tra le principali linee siciliane avranno dei tratti interrotti e chiusi per un mese, e addirittura, come nel caso della Palermo-Messina, anche per sessanta giorni.

Via dunque a servizi sostitutivi e quant’altro, ma da giugno fino a settembre, in momenti diversi, i pendolari della già citata Palermo-Messina, della Catania-Siracusa e della Palermo-Catania si preparino a qualche disagio. Perché gli interventi in estate? Presto detto: nonostante i turisti presenti e sparsi in tutta l’Isola per la stagione più calda dell’anno, i flussi di passeggeri sui treni in quel periodo sono per forza di cose minori, visto che le scuole sono chiuse, molti pendolari vanno in ferie e i treni si svuotano un pò.

Due delle tre interruzioni, sulla Bicocca-Catenanuova (Palermo-Catania) e sulla Bicocca-Augusta (Catania-Siracusa) partiranno e finiranno lo stesso stesso, dal 9 giugno fino al 7 luglio.
Per quanto riguarda quest’ultima, l’interruzione della linea è necessaria per la realizzazione delle opere propedeutiche alla velocizzazione del tracciato, comprese la realizzazione di tre scatolari a spinta (di cui uno in sostituzione di una travata metallica ed uno in sostituzione del «vecchio Ponte Canale», lavorazioni in trincea per adeguamenti sagoma, piccoli spostamenti del tracciato, installazione di barriere acustiche, realizzazione di impianti di sicurezza in galleria Valsavoia. L’insieme delle lavorazioni da realizzare in interruzione ha complessivamente un importo di circa 2 milioni di euro.

Verranno inoltre realizzate le modifiche verso Lenti ni con attivazione del nuovo secondo binario e del sottopasso di stazione, oltre che il nuovo marciapiedi alto a servizio del secondo binario. L’offerta commerciale sia Regionale che della lunga percorrenza nella tratta verrà soppressa ed sostituita con bus. L’interruzione linea fra Bicocca e Catenanuova invece necessaria per la realizzazione de Ile opere preliminari al raddoppio del tracciato con realizzazione di cinque deviate al tracciato esistente propedeutiche alla realizzazione della sede del nuovo binario in affrancamento. L’insieme dei lavori che saranno eseguiti in interruzione di linea ha un importo complessivo di circa 3 milioni di euro (su l’importo complessivo dell’appalto pari a 185 milioni di euro).

L’offerta commerciale Palermo-Catania verrà, con ogni probabilità, soppressa e sostituita con bus fra Dittaino a Catania centrale, anche se non è ancora ufficiale. Per finire, per quanto riguarda la Palermo-Messina, l’interruzione linea durerà due mesi, dal 10 luglio all’8 settembre, ed è necessaria per la manutenzione straordinaria alla galleria Montagnareale: le attività propedeutiche all’interruzione, avviate già da 2 anni, hanno consentito la realizzazione di opere di sostegno finalizzati allo svolgimento dei lavori in regime di interruzione di durata minore possibile. Anche qui non è ufficiale ma pare che l’offerta commerciale verrà attestata a Messina per la lunga percorrenza ed a S. Agata Militello, Brolo e Gioiosa Marea per i treni regionali.

Fonte Giornale di Sicilia

Commenti

commenti