Chiusi da settembre i bagni della villa Palmeri. L’assessore: consegnati in questi giorni.

Per cinque mesi i bagni pubblici della villa Palmeri sono stati chiusi. Nè sono stati installati i bagni chimici. La chiusura dei bagni della villa è stata decisa per esigenze igienico-sanitarie. Molti i disagi per i frequentatori, soprattutto per chi utilizza la villa per allenarsi essendo abituale atleta di gare podistiche. Il monito è arrivato da Giuseppe Profita che aveva lamentato di assistere «giornalmente a situazioni disgustose e spiacevoli». «Quotidianamente – aveva detto a gennaio e ribadito pochi giorni fa – mi reco alla villa Palmeri in orari diversi per potermi allenare e puntualmente mi ritrovo a vedere persone anziane o ragazzi che marinano la scuola, che per soddisfare le proprie esigenze fisiologiche sono costretti ad innaffiare le piante o le siepi della villa. Tutto ciò spesso avviene sotto gli occhi dei bambini che giocano o dei turisti che ogni tanto vengono ad ammirare la vista panoramica da questo nostro parco». Un disagio posto all’attenzione dell’amministrazione comunale alla quale aveva chiesto l’installazione di bagni chimici. L’assessore all’Ambiente Angela Campagna ha precisato «abbiamo avviato i lavori di manutenzione sui bagni circa un mese fa e in questi giorni la ditta incaricata dovrebbe consegnarli». Sui bagni chimici, «abbiamo avuto un problema legato al conferimento dei liquami – ha spiegato poi – per il quale si sarebbe dovuto fare un attacco che non competeva, però, alla ditta. Poiché non si poteva attivarlo in tempi brevi, abbiamo atteso la conclusione dei lavori, che sta avvenendo proprio in questi giorni». I lavori sono consistiti nel sistemare gli scarichi ed altre parti delle strutture, oggetto di atti vandalici. Lavori rientranti nel capitolo di 120.000 euro riguardanti i lavori di sistemazione di tutti gli edifici comunali.

Commenti

commenti