Carnevale Termitano 2010: vince il carro “Oramai a’ musica canciò” di Mario Giuca

È il carro «Oramai a’ musica canciò» di politica locale, dominato da una grande aquila simbolo della città di Termini Imerese, a vincere l’edizione 2010 del Carnevale Termitano. Giuria Tecnica e popolare sono stati concordi nel dare il primo premio al carro di progettato da Mario Giuca e realizzato dal Comitato Maestri Cartapestai 2010. Il carro rappresenta il sindaco Salvatore Burrafato, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianfranco Miccichè, ex vicesindaco di Termini Imerese, e il consigliere provinciale Pietro Vazzana.Burrafato nel dirigere il cambiamento politico (rappresentato da una grande orchestra) avvenuto in seguito alle elezioni comunali dello scorso giugno.

Sempre Mario Giuca, un’esperienza ventennale nella lavorazione della cartapesta, ha conquistato anche il «Premio Enel Miglior carro» di 8.500 euro assegnato dal comitato tecnico e il «Premio Esterminal Miglior carro giuria popolare», dell’importo di 2.500 euro. La giuria tecnica è stata formata da Sergio Staino, il disegnatore satirico che pubblica le vignette sul quotidiano L’Unità, Gianfranco Marrone, docente di semiotica all’Università di Palermo, e Vittorio Sgarbi, critico d’arte e sindaco di Salemi.

Staino, Marrone e Sgarbi (giuria tecnica) hanno assegnato anche tre premi speciali. Al carro «Peter Pan», realizzato dal Comitato Il Coriandolo, è andato il «Premio Alis per la migliore realizzazione tecnica» (8.000 euro), al carro «L’economia dei folli», realizzato dal Comitato Maestri Cartapestai 2010, è andato il «Premio Grand Hotel delle Terme per la migliore realizzazione artistica» (7.500 euro) mentre il carro «Sogni e incubi del Presidente», realizzato dal Comitato Il Coriandolo ha vinto il «Premio Trony GeD originalità» (7.000 euro).

A tutti è stato consegnato un piatto delle ceramiche Russo come ricordo di questo Carnevale 2010.

Premi anche ai gruppi mascherati. La giuria tecnica ha eletto quale migliore «Tutti all’inferno. La Fiat non si tocca», a cura dell’Istituto d’arte Diego Bianca Amato di Cefalù, mentre quella popolare ha premiato «I Carnevalari semu nutri», curato dall’associazione turistica Pro Termini Imerese. Entrambi i gruppi hanno conquistato il «Premio Banco di Sicilia Miglior gruppo mascherato» di 1.000 euro cadauno.

Durante la cerimonia di premiazione, condotta dalla show girl Vanessa Galipoli, sono stati premiati anche Giuseppe Alessi, appuntato scelto della Guardia di Finanza, organizzatore del primo torneo della legalità «Coppa del Carnevale», di calcio a undici, cui hanno partecipato squadre della Polizia di Stato, dei Carabinieri, dell’amministrazione comunale e di avvocati del Tribunale. Il ricavato delle quote di partecipazione al torneo, vinto dalla squadra della Guardia di Finanza, pari a 500 euro, è stato devoluto al convento delle suore di Sant’Anna, a Termini Imerese.

Commenti

commenti