BURRAFATO: prorogati i contratti ai precari

Con deliberazione di G.M. n. 140 del 10.06.2010, si è proceduto, ai sensi della Circolare Assessoriale n. 91 del 30.12.2008 ad autorizzare il Sindaco a richiedere il finanziamento di €. 1.270.483,81 all’Assessorato Regionale della famiglia, delle politiche sociali e del lavoro per l’utilizzo per un ulteriore quinquennio di n. 41 lavoratori ex ASU;

Con nota n. 10779 del 14.06.2010, in esecuzione della Circolare n. 91/09, Questo Ente ha richiesto il suddetto finanziamento;

Con nota n. 11535 del 25.06.2010, ad integrazione della suddetta nota n. 10779/2010 Questo Ente ha richiesto, altresì, al predetto assessorato il finanziamento per n. 2 lavoratori stabilizzati ai sensi dell’art. 78 per un ulteriore quinquennio per l’importo di €. 61.974,96;

Vista la nota n. 1117 del 30.06.2010 con la quale l’Assessorato comunica che all’impegno della spesa e all’emissione del contributo di cui al 1° comma dell’art. 2 della L.R. n. 24/2000 per un quinquennio si procederà secondo l’ordine cronologico di acquisizione dell’istanza stessa previo assenso della Ragioneria generale della Regione;

con nota n. 12119 del 07.07.2010, ad integrazione della nota n. 11535/2010 ed in riscontro alla nota n. 1117/2010, Questo Ente chiarisce che il finanziamento richiesto è da intendersi per n. 40 lavoratori ex ASU, in quanto n. 1 unità di cat. B ha rassegnato le proprie dimissioni, e n. 2 lavoratori ex art. 78;

PROPONE

Di prorogare, per un ulteriore quinquennio, i lavoratori di cui all’allegato elenco.

Il sindaco Totò Burrafato ha dichiarato: abbiamo ritenuto doveroso procedere alla proroga dei contratti perchè siamo pienamente consaqpevoli che la macchina comunale necessita della forza lavoro di questi dipendenti, per lo più giovani che hanno notevolmente affinato la loro professionalità negli anni di servizio al Municipio di Termini Imerese. Queste professionalità rappresentano un patrimonio, se opportunamente motivate, che non va disperso. Proprio su questa traccia, è evidente che la proroga rappresenta una boccata d’ossigeno, ma l’obiettivo finale resta la stabilizzazione, obiettivo che l’Amministrazione vuole perseguire fungendo da sprone al Parlamento siciliano e al governo Lombardo.

Commenti

commenti