Bollettino del Comitato Pendolari

Dopo le notizie apprese oggi dalla stampa, nelle quali si evince che la Regione Siciliana ha inviato al gruppo Ferrovie dello Stato Spa un sollecito per la firma del contratto di servizio per la rete regionale, ci preme sottoporre le nostre considerazioni.

Eravamo rimasti al punto in cui lo Stato non si decideva, dopo le ripetute sollecitazioni della Regione, all’ormai famoso trasferimento dei fondi.

Questo balletto di competenze ci ha accompagnato per mesi e mesi.

Oggi finalmente apprendiamo della disponibilità della Regione alla firma.

A questo punto torniamo a ribadire che urge un immediato incontro con l’Assessore ai Trasporti per capire su quali basi andrebbe firmato l’eventuale contratto.

Anni fa abbiamo sottoposto alla regione il piano basato su 10 punti con le nostre richieste elaborato insieme con diversi comitati pendolari italiani.

Piano attuato in Lombardia, Liguria e altre Regioni. E che da i suoi frutti…

Secondo la nostra visione non si può firmare un contratto senza l’inserimento dei requisiti che possano garantire un servizio serio ed efficiente.

Non ultimo la combinazione di penali ma anche di bonus.

Non accettiamo una firma su un contratto basato sui tempi di percorrenza che, come denunciato di recente oltre che da noi anche dalla stampa nazionale, risultano estremamente allungati rispetto al passato.

Rimaniamo fiduciosi in una pronta replica della politica regionale, che finalmente si sta muovendo dopo anni di latitanza.

Commenti

commenti