Arrestato per futo di rame e ricettazione.

Arrestato dagli agenti del commissariato di polizia di Termini Imerese un quarantaduenne per furto aggravato e ricettazione. L’uomo, Marco Lo Presti di Termini Imerese ma residente a Trabia, è un pregiudicato con reati specifici ed è stato bloccato dai poliziotti mentre asportava dei cavi elettrici dell’impianto di illuminazione pubblica situati lungo la strada consortile Asi. Lo Presti aveva troncato i cavi elettrici estratti dal tubo dei pozzetti di collegamento. Su circa 40 pali della luce, aveva preso il filo di una quindicina, con il probabile impegno di continuare il lavoro in queste settimane, secondo la polizia. L’uomo aveva con sé attrezzature professionali con cui ha provato ad impossessarsi di circa quattrocento metri di filo grosso, accuratamente avvolto in cinque matasse dal peso complessivo di quasi 200 kg. Un bottino che avrebbe garantito all’uomo un guadagno approssimativo di 4-500 euro. Dopo averlo fermato, gli agenti di polizia hanno avviato gli opportuni controlli dai quali è emerso che l’auto, una Fiat Punto, risultava rubata, che entrambe le targhe erano state trafugate a Palermo ed appartenevano ad altrettanti autovetture, che l’assicurazione che il contrassegno risultavano falsi. Una combinazione di reati che ha portato all’arresto del quarantaduenne, convalidato ieri nel corso del processo per direttissima dinanzi al giudice monocratico Stanislao Saeli del Tribunale termitano. L’imputato, assistito dall’avvocato Francesco Paolo Sanfilippo, ha poi chiesto il patteggiamento. Il giudice lo ha così condannato a sei mesi di reclusione con condizionale più il pagamento di 300 euro di multa ed ha, al contempo, accolto l’istanza di scarcerazione formulata dalla difesa. Quest’ultima aveva richiesto il secondo beneficio della sospensione condizionale della pena. L’uomo è stato, quindi, scarcerato.

Intanto, l’area resterà al buio almeno per il tempo necessario al ripristino del servizio. Oltre al danno subito dall’Asi, che si aggirerebbe a più di 100.000 euro per l’intera ricostruzione dell’impianto.

Commenti

commenti