Appello di un genitore di disabile ai candidati sindaco: “disposto a tutto per i miei adorati figli”

assistenza

Pubblichiamo questa lettera perchè è incredibilmente vergognoso che ogni anno si riproponga questo problema che riguarda decine e decine di giovani e giovanissimi cittadini termitani.

Purtroppo chi è disabile in sicilia è disabile due volte e l’aggravante è proprio la burocrazia che la accentua e la degrada.
E’ una situazione questa che si ripete ormai ogni anno scolastico: i temi di cui si sente continuamente parlare i media e la politica dibatte sono i banchi o le mascherine, ma nessuno accenna al fatto che anche quest’anno la scuola è iniziata senza l’assistenza igienico personale, ovvero se una ragazza o un ragazzo disabile deve andare al bagno non c’è nessuno che può accompagnarla e aiutarla.
Per le scuole primarie e medie è di pertinenza del Comune, quindi fino a maggio scorso, il Comune, pagava una cooperativa che forniva l’assistenza in queste scuole, ma appunto da maggio l’assistenza igienico sanitaria è competenza dello Stato ovvero degli istituti e dei loro dirigenti che tramite corso di formazione deve formare il personale ata e offrire questo servizio e ad oggi il servizio non è partito e nemmeno i corsi di formazione per il personale.
Per le scuole medie superiori è competenza della Regione Sicilia e il servizio è finanziato e gestito dalla città metropolitana, ma anche li nulla di fatto.
Per quanto sopra detto noi genitori siamo costretti a non mandare i nostri figli a scuola e non possiamo far godere loro di questo diritto.
Come genitore e come cittadino faccio questo appello urgente e accorato al Commissario Straordinario, ai consiglieri comunali e ai candidati sindaco affinche si mobilitino da subito per mettere “l’ennesima pezza” e risolvere il problema, perchè sono alla disperazione per il bene dei miei figli.
Sono pronto a fare un sit-in di protesta pubblico e se necessario a gesti eclatanti sempre e soltanto per il bene dei miei adorati figli.

Commenti

commenti