83 lavoratori precari (ex Lsu) dell’Asp di Palermo che hanno conseguito l’attestato di OSS

foto-di-gruppo-con-al-centro-daniela-faraoni

Hanno scelto di intraprendere un percorso di riqualificazione professionale ed il 15 dicembre prossimo dovrebbero, già, essere in corsia con un contratto a tempo indeterminato. Sono 83 lavoratori precari (ex Lsu) dell’Asp di Palermo che hanno conseguito l’attestato di Operatore Socio Sanitario.

In un clima festoso si è svolta nei locali del complesso monumentale della Vigincella dell’ex Presidio Pisani la cerimonia di consegna degli attestati. Tutti potranno adesso partecipare alla selezione per 100 posti di OSS riservata ai contrattisti.

“Hanno dimostrato grande impegno e spirito di condivisione di un obiettivo che li porterà prestissimo ad avere un contratto a tempo indeterminato – ha sottolineato il Direttore generale dell’Asp di Palermo, Daniela Faraoni – contiamo di chiudere la selezione ed immettere in servizio gli Oss entro il prossimo 15 dicembre”.

Gli 83 lavoratori, che fanno parte del bacino degli oltre 600 precari dell’Asp di Palermo, hanno seguito, dallo scorso mese di marzo, un corso gratuito di riqualificazione di 1.000 ore, svolto in house e con docenti interni all’Azienda: 550 sono state le ore di lezioni teorico-pratiche in aula, mentre 450 ore sono state di tirocinio in strutture dell’Asp. Il 29 ottobre hanno sostenuto e superato gli esami con una commissione esterna nominata dall’Assessorato regionale della Salute e adesso hanno ritirato l’attestato.

“Hanno intestato al proprio merito ed impegno il diritto ad essere stabilizzati – ha detto Daniela Faraoni – stiamo, già, preparando una seconda edizione del corso riservata ad altri 50 lavoratori precari che avranno la possibilità di acquisire una professionalità che garantirà loro un posto di lavoro stabile”.

Commenti

commenti