Terranova(M5S): evidente mancanza totale di dialogo tra Uffici ed Organo di Revisione

maria-terranova2017

La maggioranza consiliare non poteva, di certo, aspettarsi che passasse sotto silenzio la revoca, del 7 dicembre u.s., in autotutela, della Delibera di Giunta di approvazione dello schema di Conto Consuntivo 2016, datata 20 novembre 2018.
Ricordiamo tutti l’annuncio, in pompa magna, dell’approvazione, con annesso selfie di rito.
Ma facciamo un passo indietro.
Era il 6 novembre scorso quando, in Consiglio comunale, si è proceduto alla riapprovazione del conto consuntivo 2015 ed al conseguente accertamento di un disavanzo di amministrazione pari ad Euro 3.843.650,85, da ripianarsi negli esercizi successivi.
Oggi leggiamo, basiti, nella delibera di revoca in autotutela del consuntivo 2016, che, la stessa, sarebbe dovuta al fatto che “le variazioni di cui al suddetto ripiano del disavanzo produrranno effetti” sulla approvazione di schema di rendiconto di esercizio finanziario 2016.
Ci chiediamo allora….la Giunta, il 20 novembre, ha, dunque, approvato uno schema di consuntivo, senza sapere che il disavanzo, accertato ancora prima e, precisamente il 6 novembre, avrebbe comportato una inevitabile modifica del consuntivo stesso???
I fatti rendono evidente la mancanza totale o, comunque, il più che mai tardivo dialogo tra Uffici ed Organo di Revisione; dialogo, questo, che ritenevamo e riteniamo, oggi più che mai doveroso, considerata la drammaticità della situazione finanziaria dell’Ente e la situazione dei lavoratori precari.
La maggioranza continua a brancolare nel buio trascinando la Città intera nel baratro di una gestione, mai come ora, approssimativa.

Commenti

commenti