Termini ESTATE: sabato 7 agosto MARIO VENUTI in concerto

SABATO 7 AGOSTO 2010

MARIO VENUTI

TERMINI IMERESE – PIAZZA DUOMO, concerto offerto dalla Provincia di Palermo – Provincia in Festa.

Iniziato il 27 gennaio 2010 dal Teatro Vittorio Emanuele di Noto (Siracusa) il Recidivo Tour di Mario Venuti (organizzato da Musica e Suoni e Microclima) arriva a Termini Imerese sabato 7 agosto la tournèe del cantautore siciliano.

Ad un anno dall’ultima tournee nei teatri Mario Venuti torna con un nuovo concerto incentrato sulle canzoni del nuovo disco Recidivo.

Molte le novità: dopo molti anni di collaborazione si dividono le strade con Arancia Sonora di cui resta sul palco solo il bassista VincenzoVirgillito. Riappare Enzo Di Vita alla batteria, Massimo Greco invece gioca tra tastiere, chitarra e percussioni, Fabrizio Tarroni si divide tra chitarra e violino, mentre troviamo Giada Ester Gallo al violoncello. E’ la line-up ideale per stare nel consueto ambito pop-rock, per qualche reminescenza Velosiana, ma anche per dare spazio alle ultime tentazioni neo-classiche di Mario, che spesso siederà al pianoforte. Maggiore libertà nel ripescaggio di perle incastonate tra i solchi degli ormai numerosi album di Venuti, senza ovviamente trascurare i super hit che lo hanno reso famoso al grande pubblico.

RECIDIVO – Titolo a effetto, quanto a effetto e spiazzante è la storia che viene raccontata nel singolo omonimo, in cui si parla del rapporto di un lui con un altro lui, di un amore che non è benedetto dalla pubblica morale. Venuti lo canta senza reticenze, con la durezza di un fiero cowboy alla Jesse James, ma anche con la delicatezza e la poesia di chi sensi di colpa non ne ha.

E un amore non banale, non scontato, è anche quello de La vita come viene, che vede Carmen Consoli affiancare Venuti e interpretare, nel cuore del brano, la parte di una prostituta (…madonna di quartiere, gambe aperte, cuore puro e un pegno sul futuro…), che invoca Gesù e pretende un confronto, una spiegazione. Oltre a Carmen Consoli, altre due importanti collaborazioni arricchiscono il progetto-Venuti: c’è quella con Franco Battiato(Spleen#132) e quella con Cesare Cremonini (Un cuore giovane). Tutte le tre performance, comunque, non sono improntate al facile opportunismo legato ai nomi e alla popolarità degli ospiti, invitati soltanto per affinità artistica e umana.

La virtù dei limoni, è dedicato alla memoria del padre di Mario, l’ingegnere. Qui si intravede, tra ricordi, profumi lontani e nostalgie mai sopite, una passata, normale, sana conflittualità tra padre e figlio, oggiAggiungi un appuntamento per oggi fortunatamente superata (non è per niente detto che la morte di un genitore faccia sempre dimenticare gli screzi, le incomprensioni, le assenze… il dolore…).

E poi c’è Galatea, un piccolo-grande gioiello in musica, quasi un madrigale, che prende spunto dalla mitologia greca. Galatea, una delle Nereidi, le 50 ninfe del mare solitamente collocate negli abissi. La leggenda vuole che Galatea fosse innamorata di Aci, un giovane bellissimo, e che il ciclope Polifemo, invidioso e a sua volta innamorato della ninfa, un giorno avesse cercato di attirarla con il suono del suo flauto. Non essendo riuscito nell’intento, sorpresa la coppia di amanti, Polifemo, infuriato, scagliò un enorme masso che raggiunse Aci, uccidendolo. Come raccontato ne Le Metamorfosi di Ovidio, Galatea, per tenere in vita il suo amore, trasformò il sangue di Aci in una sorgente e lui stesso divenne un dio fluviale. Da qui, il nome di svariate località siciliane (Acireale, Acitrezza Acicastello…). Attenzione, però: il brano in questione rilegge la vicenda dalla parte del ciclope innamorato, non necessariamente mostro.

L’album si chiude con Il Milione, viaggio fantastico e anche spirituale verso Oriente, là dove gli uomini profumano di vento… si salutano toccandosi la fronte… le donne non fuggono lo sguardo anche se il corpo è da nascondere…. Un viaggio forse virtuale, di certo liberatorio. Un viaggio verso la Rinascita, verso la comprensione de …la misura dell’immensità dello spazio e del tempo.

GLI ALTRI APPUNTAMENTI DEL WEEKEND A TERMINI ESTATEwww.terminiestate.it

Giovedì 5 agosto

Alle 21.00

Massimo Spata

via Francesco Saverio

In occasione dei Festeggiamenti in occasione di Maria SS. Della Neve

Sul palco l’esilarante Massimo Spata, ragusano, che ha iniziato nel 1998 con il programma di barzellette La sai l’ultima, passando poi da volare nelle reti Rai e Mediaset e dalla serie del Commissario Montalbano e dalla fiction di Italia 1 Grandi domani .

dalle ore 09 alle 15

via madonna bella in festa

mostra mercato di antiquariato – ingresso libero

Alle 21.30

KALOS

Giuseppe Castiglia

Ingresso a pagamento biglietti acquistabili presso il Kalos

Venerdì 6 agosto

Dalle 21.15 alle 23

Giardini del chiostro (resti anfiteatro romano)

Concerto del Trio Musagete – offerto dagli Amici della Musica di Termini Imerese

Floriana GUELI (flauto)Laura VERDE (violoncello)Dario CARMINA (pianoforte)musiche dalle operette la vedova allegra, cin ci là, la principessa della czarda, Piazzolla, Faurè, Bolling

ingresso libero

Sabato 7 agosto

alle 21 a Piazza Duomo

MARIO VENUTI

concerto offerto dalla Provincia di Palermo – Provincia in Festa

Domenica 8 agosto

dalle 16.30

Vespa Raduno al belvedere gare di abilità tra Vespe d’epoca o scooter e moto di interesse storico.

Dalle 18 alle 22 ingresso libero

Villa Palmeri

Animazione per bambini per i bambini con la Banda Musicale Città di Termini Imerese.

Musica, giochi e tanto divertimento.

alle 21.00 ingresso libero

Villa Palmeri

Concerto di Francois alle coccinelle

Spettacolo denso di emozioni live della Band Catanese che propone un rock & roll sporco ed aggressivo, residuo bellico di una Catania (quella degli anni ’80) persa ormai nella memoria ma produttiva di quelle emozioni ed ambientazioni di fertili e riconosciute valenze artistiche.

Commenti

commenti