Lions Termini host e i bambini Saharawi

lions

Comunicato Stampa

Il loro popolo è senza casa da quarant’anni, scacciato nel deserto dopo l’invasione del Marocco e costretto a vivere nel “giardino del diavolo”, come chiamano quel tratto di Sahara, uno dei luoghi più inospitali della Terra.
Più di 50 gradi l’estate e un’escursione termica che, durante l’inverno, di notte, fa scendere le colonnine di mercurio ben sotto la soglia dello zero. L’acqua scarseggia, il cibo è poverissimo.
Da alcuni anni i clubs Lions offrono il loro contributo per ridurre le sofferenze di questi bimbi.
Il soggiorno estivo in Sicilia non è solo una parentesi di benessere ma anche l’occasione per garantire ai bambini i controlli medici e le cure di cui hanno bisogno.
“Anche quest’anno abbiamo accolto un gruppo di ragazzi provenienti dalla repubblica araba democratica del popolo Saharawi, – dichiara la presidente dei Lions Termini host, la dott.sa Emanuela Panzeca – abbiamo dato la possibilità, anche se per poche ore, di passare un pomeriggio in allegria, integrazione e condivisione con i nostri figli, giocando in piscina fra scherzi e risate.”

Commenti

commenti