L’ARD Termini torna a casa con un pugno di mosche e con l’amaro in bocca

ard

A Pizzo Calabro, Lombardo e socie lasciano l’intera posta in palio alla Mediolanum Energia del tecnico Monopoli, perdendo per 3-1. Giornata praticamente da dimenticare, dopo una partenza entusiasmante che ha fatto ben sperare ai sostenitori siciliani accorsi in Calabria. Primo set senza discussione, nel quale il dominio è di fattura rosanero (8-25). Nel secondo parziale, invece, un’altra squadra. Pizzo Calabro sempre avanti, guidato da Filacchioni e Speranza e dalla regia della palermitana Mercanti (25-20 e 1-1). Le locali prendono fiducia, trascinate anche dal pubblico del PalArcobaleno (25-17 e 2-1). Pirrotta cerca di dare una scossa alle sue, provando gli inserimenti di Cavicchioli, Scarpulla e Di Fresco, senza successo. Termini accusa il colpo, lasciando intero campo all’avversario. Finisce 3-1 per la squadra locale, con una sconfitta che interrompe il momento positivo termitano dopo le ultime due vittorie in regular season rispettivamente contro Castelvetrano e Kondor Catania.

Testa proiettata subito alla prossima gara, quando Chiara Miceli e compagne ospiteranno al PalaConsales il Battipaglia, attuale fanalino di coda del torneo: appuntamento alle ore 16:30 di sabato 1 dicembre 2018.

Commenti

commenti